Il sito si è trasferito QUI

LA COLLEZIONISTA DI SOGNI

Data di uscita 1 febbraio 2016


“Non si direbbe che Londra sia una prigione, finché non ci vivi dentro e te ne accorgi” 

Per Tristan e Mary Lou, Londra è proprio come una prigione, e vittime sono proprio loro: due ragazzi adolescenti, incompresi dal resto dei compagni e testimoni di vite complicate. 
Mary Lou Finger ha sedici anni, la passione per la lettura e una vita incasina; è bella ed è brava a scuola, ma non basta, a casa sua vive un inferno. 
Tristan Colin, il ragazzo più sfigato della scuola, è chiuso in se stesso da un vuoto incolmabile. 
Un giorno però le loro vite saranno destinate ad incrociarsi e sarà proprio mentre si imbatteranno l’uno nell’altra che Tristan avrà intenzione di invitarla ad uscire. 
Ma cosa accadrebbe se lei dovesse accettare? E come mai ogni sabato mattina Tristan scompare? Dove va? 
La vita di Mary Lou sembra davvero molto confusa, fino a quando un incontro inaspettato cambierà tutto il suo modo di vedere le cose. Sarà proprio lì, alla Boy and Dolphin Fountain, in Hyde Park che conoscerà Annabel, una ragazza di dodici anni, intelligente e spigliata, che dalla vita ha tutto, ma che sarà costretta a crescere troppo in fretta e ad affrontare qualcosa di molto più grande di lei. 

“La collezionista di sogni” è un romanzo commovente, una storia di amore e di amicizia, ma soprattutto una storia di vita. Parla dell’amore nelle sue mille sfaccettature, in una realtà che spezza il cuore e ci ricorda l’importanza dei sogni. 

Recensioni

dal blog di Alice De Checchi 
Questo romanzo parla d’amore nelle sue mille sfaccettature, è quello che ci cambia la vita in un modo o nell’altro, e se non si ama forse non si vive veramente.
Vale la pena leggere la storia che mi ha commossa, emozionata e anche stupita perché quando non stacchi gli occhi dalle pagine vuol dire che il libro ti ha saputo coinvolgere.




dal blog Romance & Fantasy for Cosmopolitan Girl 
L'ho amato follemente, soprattutto perchè in alcuni momenti mi sono rivista in quella "ragazza con il cappotto verde".
La descrizione di Londra è stata splendida, accurata, ti catapulta li anche se tu sei  da un'altra parte.


dal blog Walk in Wonderland 
Attraverso frasi semplici, è riuscita a trasmettermi più emozioni di quante a volte me ne trasmettano lunghi periodi intricati e a rendere le pagine del suo libro avvincenti e indimenticabili.


Ho trovato questo romanzo fresco, dinamico e anche molto originale nel suo genere.

Ho adorato Tristan e Mary Lou e ancora di più ho adorato Annabel.

Tra sorrisi, imprecazioni e singhiozzi soffocati, il libro avrà un finale a dir poco...sorprendente
Quando tutto mi sembrava ormai concluso, SBAM è arrivato il colpo di scena e mi ha lasciato completamente senza fiato.


dal blog di Franci lettrice sognatrice 
Ho versato lacrime sulle ultime pagine di questo libro - non mi era mai successo - e ho provato dopo aver letto la parola Fine un nodo alla gola e un senso di perdita.


dal blog di Elisa, La nuova biblioteca vivente
Alla fine ho pianto, non voglio fare spoiler sul perché, ma il fatto comunque è che i personaggi e le loro vicende, e naturalmente il modo in cui sono narrate, suscitano emozioni, ci si affeziona, e non poco. Si lotta con loro e per loro fino alla fine. 

dal blog Gli alberi da libro 
I personaggi sono tra i più adorabili che io abbia incontrato negli ultimi anni, tutti e tre. Tristan è il classico ragazzo che tutte noi avremo voluto a 16 anni!!! 
Sul finire del romanzo, tuttavia, le emozioni divengono ancora più dirompenti e violente. Ho pianto riga dopo riga. Valentina Bellucci poteva semplicemente raccontare una storia d'amore tra ragazza e ragazzo e finire lì. Di per sé questa parte di storia è magnifica e profonda già da sola. Invece ha inserito un'altra componente, l'amicizia tra due persone così diverse eppure così affini, che devono superare una prova difficilissima. Un'autrice davvero particolare.


recensione da Amazon | Deb
Un romanzo bellissimo, indescrivibile! Ho davvero fisicamente provato i brividi e mi capita raramente. Bellissimi i personaggi a tutto tondo, grandiosa la storia. Questo romanzo e questa autrice - che non conoscevo ancora ma che adesso non mollerò più - mi hanno assolutamente stupita, strabiliata e conquistata.
Annabel, Mary Lou, Tristan... mi mancheranno da morire, ma è proprio vero che non bisogno smettere mai di sognare.
Promosso a pieni voti e consigliatissimo!


recensione da Amazon | Artemisia
Tristan e Mary Lou, un amore struggente come un desiderio. La scrittura è scorrevole e immediata. Non è solo una storia d'amore, ma anche d'amicizia. Emerge eterea, bella e forte nella sua fragilità, la figura di Annabel che aiuta Mary Lou a capire se stessa e a vedere con occhi nuovi la vita. Tre giovani costretti prima del tempo ad affrontare dure prove. Vite spezzate che si ricompongono grazie al potere dell'amore e dell'amicizia e nel dolore più profondo ciò che emergerà su ogni cosa e al di là di tutto è che non bisogna mai arrendersi, che bisogna sempre crederci, ma soprattutto che non bisogna "mai smettere di sognare". Vivamente consigliato!