Anthea, di Rebecca Mazzarella [RECENSIONE]


Ciao a tutti! Ebbene no: non mi sono dimenticata di voi, è solo che ho avuto veramente molte cose da fare e nel campo lavorativo sono più operativa e diligente di un'ape operaia. Ma nonostante questo voglio comunque trovare il tempo per tornare qui sul blog e tra una pausa e l'altra riesco anche a fare delle splendide letture. Come questa, che ho terminato di leggere a fine aprile, ma non sono riuscita a scrivere prima la recensione. Però mi ero appuntata un bel po' di cose che adesso voglio mostrarvi.
Intanto qui sotto vi lascio la sinossi.

Loto è un'adolescente come molte altre alle prese con problemi tipici della sua età. Nata e cresciuta in una piccola città nello Stato di Washington circondata da boschi, Loto un giorno viene morsa da un serpente. Soccorsa dal nonno Sgurfio, la ragazza viene a conoscenza della sua vera identità. La sua famiglia infatti è composta da esseri magici e lei ben presto scoprirà di essere una ninfa. Condotta dalla zia Flora ad Anthea, il luogo magico in cui le ninfe vivono, Loto verrà a conoscenza dei sui poteri e dei segreti che circondano questo luogo fatato. Una terribile minaccia grava su Anthea e Loto dovrà prepararsi ad affrontare una durissima battaglia per difendere questo posto magico da cui dipendono le sorti del mondo.


Ho amato questo libro già dal primo momento in cui l'ho visto perché la copertina è decisamente fantastica e molto coerente con la trama. Rebecca ha un modo semplice e fluido di scrivere che permette al lettore di entrare subito in sintonia con i personaggi, che sono tutti ben definiti e con i quali è impossibile non simpatizzare. 
Entriamo quasi da subito nel vivo della storia: Loto, un'adolescente impulsiva e amante della natura, un giorno viene morsa da un serpente e da quel momento in poi la sua vita cambierà del tutto. Scoprirà l'esistenza di molte di quelle creature che lei fino a quel momento credeva solo leggendarie e dovrà adattarsi alla sua nuova vita di ninfa. Ma qualcosa di terribile sta per sconvolgere le sorti dell'intero pianeta, mentre ad Anthea, la città fatata, sembra che nessuno si sia accorto di niente. Come è possibile che le ninfe non si rendono conto della minaccia che sta gravando su di loro? Solo Loto riesce in qualche modo ad accorgersi che qualcosa non funziona? 
Tra leggende inaspettate e fantastiche, Loto dovrà riuscire a portare a termine il suo compito, ma non sarà sola, ci sarà Aghelio, un tipo molto misterioso, che l'aiuterà in questa difficile impresa.
Ho amato in particolar modo la storia di Aghelio e il suo carattere gentile e a tratti scostante. 
Posso ammettere che del romanzo mi è piaciuto proprio tutto, dall'ambientazione fatata, alle creature e ai popoli che la abitano. Originale è stata anche la presenza dei mutaforma, che trovo molto azzeccata.  
Alla fine, della storia non ho ancora capito se ho amato di più il fatto che fosse bene costruita e decisamente originale, o tutte le fantastiche leggende che rendono questo romanzo veramente particolare. Forse è stato un misto di queste due cose a colpirmi e a spingermi a cercare un seguito. Il romanzo è autoconclusivo, ma non nego che mi piacerebbe in futuro leggere un seguito. 




Cinque cuoricini sarebbero pochi:

♥♥♥♥♥ +




Voi lo avete letto? Cosa ne pensate?
Alla prossima!





Commenti

  1. Carissima amica! Ti voglio ringraziare le parole gentili e la recensione che non vedo l'ora di condividere ovunque! Ti ringrazio dal profondo del mio cuore anche per il tempo che hai dedicato ad Anthea!
    Ti abbraccio forte!
    A presto <3
    Rebecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia mi è piaciuta moltissimo, grazie a te per avermi dato l'opportunità di leggerla!
      Ho detto varie volte che le leggende di cui parli sono tutte molto originali, ma quella del Merefin che per amore si tramuta in un ragazzo di nome Aghelio, è veramente bella.
      Complimenti! ♡

      Elimina
    2. Ho visto solo ora la tua risposta al mio commento. Ogni tanto vengo a rileggere la recensione :D
      Grazie per i complimenti! Mi fai battere il cuore! Grazie Valentina <3
      Ti abbraccio

      Elimina
  2. Ciao! ti ho nominato per il Liebster award 2017. Ti lascio il link se vuoi partecipare: http://www.lalibreriadianna.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

I PIÙ LETTI

Mezzo Vampiro, di Belinda Laj [RECENSIONE]

Raccontami di un giorno perfetto, di Jennifer Niven [RECENSIONE]

Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto, di Kirsty Moseley [RECENSIONE]#05

Il cavaliere di Eron (l'avvento), di Laura Santella [RECENSIONE]