Il roseto, di Miriam Valentino [RECENSIONE]

by - dicembre 30, 2015

Buongiorno Lettori! E anche con oggi aprirò in bellezza: il romanzo d'esordio di Miriam Valentino, Il Roseto, è un affascinante susseguirsi di misteri, rivelazioni e amori struggenti. Come definire un romanzo così? Sensibile, trasparente e infinitamente dolce. Caratterizzato da una scrittura piacevole e sobria. I personaggi sembrano voler uscire dalla storia, tanto sono così ben definiti, ognuno con le proprie caratteristiche e i propri sogni. E mentre leggiamo si ha come la sensazione di sentire quegli stessi profumi e quegli stessi suoni della campagna. 

Titolo: Il roseto
Autrice: Miriam Valentino
Genere: Rosa
Editore: self - Publishing 
Il mio voto:



TRAMA
Noemi è una diciottenne allegra e intuitiva, con molti sogni e un animo dal quale traspare tutta la sua vitalità. È temeraria e non si ferma di fronte a niente, nemmeno quando viene a conoscenza di quello che potrebbe essere il più grande segreto sulla sua famiglia. Inizia quindi a indagare, grazie anche all'aiuto dell'amica Isolina e all'appoggio di Gabriele, il principe dei suoi sogni. Tra loro potrà mai nascere una passione? Un amore? 
Le sconvolgenti rivelazioni sulla sua famiglia, porteranno Noemi a rincorrere una verità della quale lei stessa sarà protagonista.  
Un romanzo che conquista per la sua semplicità e per la sua travolgente sensibilità. Un'amicizia forte e indissolubile, che neanche il più grande dei segreti potrà spezzare. Ma il destino ha il serbo per Noemi qualcosa di molto più grande, qualcosa che riuscirà a capire soltanto grazie al suo forte intuito e alla sua determinazione.  
La campagna al tramonto era qualcosa che Noemi amava molto. Le piaceva guardare gli alberi da frutta, i filari delle viti, il grande campo degli ortaggi in quell'ora del giorno, quando i braccianti avevano smesso di lavorare, quando la luce rossastra rendeva tutto più bello. E poi, naturalmente, c'era la grande casa. Immersa nel sole delle sette cambiava di aspetto, sembrava quasi che prendesse vita, che si accendesse.
L'espressione della campagna al tramonto è tra le più belle. Così come lo sono altre espressioni, altri luoghi, il cui incanto rende tutto affascinante ciò che c'è di realistico. 
Concludo consigliando questo romanzo a chiunque abbia voglia di sognare ad occhi aperti, chiunque crede ancora che in ogni cosa possa esserci un mistero da svelare, a chi crede nell'amore e soprattutto nella profonda amicizia e nell'affetto reciproco. 
Grazie Miriam ♥




You May Also Like

0 commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog, che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.